NYMPHOMANIAC: IL SESSO SECONDO LARS VON TRIER

Pubblicato il da Valentina Calabrese

Il regista danese non perde mai il vizio di scandalizzare la bigotta società in cui viviamo, proponendoci film dai toni hardcore che se da un lato, fanno tappare gli occhi ai più timidi, dall'altro, fanno crescere l'interesse dei più 'intraprendenti'.

Io faccio parte di quest'ultima categoria e chi legge il mio blog, non è sicuramente da meno. Ecco allora di cosa si tratta questo nuovissimo film provocatorio, Nymphomaniac, che uscirà il 25 dicembre 2013 e di cui, proprio in questi giorni, è stata rilasciata un'immagine che mostra tutti gli attori del cast intenti a mimare azioni erotiche, mascherati da gesti consueti e quotidiani. (Potete vederla in fondo tra le immagini)

Vediamo dunque Charlotte Gainsbourg, Shia LaBeouf, Stacey Martin, Stellan Skarsgard, Jamie Bell, Christian Slater, Willem Dafoe, Uma Thurman, Connie Nielsen e Udo Kier; Von Trier ha una macchina fotografica in mano e la bocca tappata col nastro adesivo; Connie Nielsen pulisce il pantalone di Willem Dafoe; Christian Slater è in ginocchio davanti a Charlotte Rampling (a gambe aperte) e spreme una spugna da cui esce della schiuma.

Questa foto, la locandina (due parentesi nere, chiaro riferimento alla fonte della vita nonchè organo genitale femminile con la scritta "Forget about love"), e un'immagine che raffigura Charlotte Gainsbourg tra due bei fusti coinvolta in un menage à trois, sono le uniche disponibili in rete, ad oggi. Nemmeno un trailer e questo non può che intensificare l'enorme curiosità.

La trama racconta la storia poetica e selvaggia del viaggio erotico di una donna dalla sua nascita fino ai 50 anni, narrata dalla protagonista, la ninfomane Joe (Charlotte Gainsbourg). Una sera d’inverno l’anziano scapolo Seligman (Stellan Skarsgard) trova Joe in un vicolo, reduce da un'aggressione. La porta a casa e cerca di curarla, chiedendole informazioni sulla sua vita. Ascolta così la storia della sua complicata e lussuriosa vita (divisa in otto capitoli), ricca di coincidenze e collegamenti.

Jean-Marc Barr, uno dei protagonisti del film ha così commentato: "Penso che Nymphomaniac potrebbe essere un enorme flop, enorme, perché i rischi che sta prendendo sono enormi. Ma è un film filosofico, penso che approcci umoristicamente quasi tutte le sfaccettature del sesso, una cosa mai vista prima. E questo è quello che rende grande Lars e che dimostra che è un grande artista. Ci sono Shia LaBeouf, Charlotte Gainsbourg, Stellan Skarsgård, Willem Dafoe. La gente vuole lavorare con lui perché non è lì solo per il semplice intrattenimento. Trenta anni fa questo era la norma, ma ora non è la norma quindi siamo antiquati”. Riguardo al suo personaggio poi aggiunge: "Se dico quello che ho fatto, suonerebbe orribile quindi preferirei non parlarne. Perché dovrei contestualizzarlo e spiegarvelo e non potreste prenderne nota."

Tanto mistero dietro a questo film, che uscirà guarda caso il giorno di Natale, data emblematica dato il significato religioso sotteso al film di Von Trier.

A sentire il produttore Peter Albaek Jensen, il promo montaggio della pellicola ha una durata di 7 ore. E' infatti pronto ad uscire in due versioni, una soft (per tutti) e una hardcore (per gli impavidi).

Voi quale preferite?

NYMPHOMANIAC: IL SESSO SECONDO LARS VON TRIER
NYMPHOMANIAC: IL SESSO SECONDO LARS VON TRIER
NYMPHOMANIAC: IL SESSO SECONDO LARS VON TRIER
NYMPHOMANIAC: IL SESSO SECONDO LARS VON TRIER

Commenta il post