LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG

Pubblicato il da Valentina Calabrese

IL FESTIVAL DI LOCARNO PREMIA UN GRANDE AUTORE DEL CINEMA CONTEMPORANEO, WERNER HERZOG

Mentre la 66a edizione del Festival di Cannes ha aperto le danze, arriva una super notizia da un altro importante festival internazionale, il prossimo Festival del film di Locarno (7-17 agosto 2013) premierà con il Pardo d’onore il regista, sceneggiatore, produttore, scrittore e attore tedesco Werner Herzog.

Il Pardo d’onore, sostenuto da Swisscom per il quinto anno consecutivo, è il riconoscimento del Festival del film Locarno a grandi autori del cinema contemporaneo. In passato è stato assegnato a maestri del calibro di Bernardo Bertolucci, Ken Loach, Paul Verhoeven, Jean-Luc Godard, Abbas Kiarostami, William Friedkin, JIA Zhang-ke, Alain Tanner, Abel Ferrara e, nel 2012, Leos Carax.

Il direttore artistico Carlo Chatrian ha commentato così l’annuncio del premio: “ Sono felice di poter accogliere a Locarno un regista che così bene incarna lo spirito del Festival: nel corso della sua lunga carriera Herzog ha saputo passare tra fiction e documentario, tra produzioni a budget ridotto e film con grandi star senza perdere nulla della propria identità. Se i premi non sono solo dei riconoscimenti ma anche dei segnali per il futuro, penso che Werner Herzog sia la persona più indicata a tracciare la strada che il Festival vuole percorrere. Una strada che pensa il cinema come un atto che coinvolge e stravolge le persone che lo fanno e che lo vedono. Un atto che richiede una ferma volontà e una altrettanto precisa presa di posizione. La stessa che ha mosso Herzog a lasciare il suo villaggio sulle montagne della Baviera per percorrere le strade del mondo e tradurre in immagini e suoni le esperienze vissute, condivise, immaginate”.

Werner Herzog, è difatti, una delle figure più importanti del cinema tedesco e internazionale.

Ha raggiunto il successo già dal primo lungometraggio, Segni di vita che gli ha permesso di vincere l’Orso d’argento a Berlino nel 1968 per la Migliore opera prima. Da quel momento in poi non si è più fermato: citiamo tra gli altri, Aguirre furore di Dio (1972) in cui inizia il forte sodalizio con il nemico-amico Klaus Kinski, protagonista fra gli altri di Fitzcarraldo (1982, Premio per la regia al Festival di Cannes) e Nosferatu - Il principe della notte (1979).

Herzog si impone anche nel cinema documentario, girando opere di successo come Grizzly Man (2005) o Encounters at the End of the World, il quale nel 2007 fu anche nominato all’Oscar.

Per l’occasione, verranno presentate dieci opere di Herzog:

Anche i nani hanno cominciato da piccoli (1970), Aguirre furore di Dio (1972), L’enigma di Kaspar Hauser (1974), Nosferatu - Il principe della notte (1979), Fitzcarraldo (1982), Dove sognano le formiche verdi (1984), Il diamante bianco (2004), Grizzly Man (2005), L’ignoto spazio profondo (2005), My Son, My Son, What Have Ye Done (2009).

Non solo opere, il cineasta tedesco, parteciperà in prima persona a una conversazione con il pubblico del Festival, moderata da Grazia Paganelli, co-autrice di una monografia sul regista.

Di seguito alcune foto, interviste e trailer dei film più famosi del grande Werner Herzog.

LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG
LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG
LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG
LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG
LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG
LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG
LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG
LOCARNO 2013: PARDO D’ONORE A WERNER HERZOG
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post