IT GETS BETTER: PIXAR CONTRO L'OMOFOBIA

Pubblicato il da Valentina Calabrese

L’omofobia è uno dei mali più gravi della società contemporanea e tante sono state le associazioni che hanno cercato di evidenziare il problema ad un pubblico spesso indifferente o semplicemente poco attento e sensibile.

Oggi è la Pixar a muoversi in difesa di coloro che, ogni giorno, devono sopportare crudeli e meschine ostilità da parte di chi non li accetta, o meglio da parte di chi non sa comprendere la diversità.

I dipendenti gay e lesbo di questa grande famiglia che è la Pixar, la società d’animazione che ha creato magici successi come Cars, Alla Ricerca di Nemo, Monsters & Co. e altrettanti capolavori, si sono messi, uno per uno, di fronte ad una telecamera e hanno messo a nudo le loro emozioni e le loro esperienze di vita per far capire a quei ragazzi impauriti che c’è speranza e che le cose non possono che migliorare.

Il loro contributo al progetto online It Gets Better sta già facendo il giro del mondo.

La Pixar è formata da una strana combinazione di persone, ci sono gli scienziati pazzi, i ballerini, gli animatori, tutti i tipi di persone speciali. E la maggior parte di queste persone speciali non erano esattamente popolari alle medie e alle superiori. Per fortuna abbiamo tenuto duro e ci siamo trovati, abbiamo formato questa tribù, questa famiglia, questa squadra che crea film magici. E per via del nostro passato, di ciò che abbiamo in comune, vogliamo condividere un messaggio di speranza con voi”.

In Italia la campagna è portata avanti da Le cose cambiano.

Anche i dipendenti della Apple hanno aderito all’iniziativa.

IT GETS BETTER: PIXAR CONTRO L'OMOFOBIA

Commenta il post