GLOBI D'ORO: LA STAMPA ESTERA PREMIA IL CINEMA ITALIANO

Pubblicato il da Valentina Calabrese

Come ogni anno da 53 edizioni, la stampa estera proveniente da oltre venti nazioni, ha scelto i migliori film 2012/2013 ai quali assegnare i Globi d’oro italiani.

Primo tra tutti c’è Leonardo Di Costanzo con L’intervallo, vincitore del Gran Premio con una motivazione ben precisa e giustificata: “riprende con pudore, sensibilità e poesia una realtà difficile infestata dalla camorra”.

Daniele Ciprì, invece, trionfa nella categoria del miglior regista, per il suo È stato il figlio e a Valeria Golino, con Miele, va il premio per la migliore opera prima: “Un film drammatico e aspro, sensibile e pieno di umana pietas, che affronta il tema dell'eutanasia senza intenti ideologici o verità precostituite”.

Globi d’oro anche per gli attori: Alessandro Gassman per la sua interpretazione in Razzabastarda e Jasmine Trinca per Miele.

Per i premi tecnici, Luca Bigazzi vince per la fotografia di La Grande bellezza; Giorgia Farina e Fabio Bonifacci per lo script di Amiche da morire e Franco Piersanti per la colonna sonora di Io e te di Bernardo Bertolucci.

Per la categoria documentari, vince Suicidio Italia di Filippo Soldi, che racconta la crisi attuale, mentre a L'appuntamento di Gianpiero Alicchio, va il premio per il miglior cortometraggio.

Infine, vanno ricordati i due premi alla carriera: a Franco Zeffirelli e a Giuseppe Tornatore.

Teatro della cerimonia dei Globi d'oro, Palazzo Farnese, sede dell'Ambasciata di Francia, alla presenza di personaggi come Monica Guerritore, Lina Wertmuller, Ricky Tognazzi, Nicola Piovani e Fanny Ardant, per assegnare il premio a Zeffirelli

GLOBI D'ORO: LA STAMPA ESTERA PREMIA IL CINEMA ITALIANO

Commenta il post