Planes: recensione film

Pubblicato il da Valentina Calabrese

Atterrano all’Auditorium gli aerei di Planes, il nuovo film in 3D della Disney, diretto da Klay Hall, definito spin-off del celebre Cars. Il film, presentato in anteprima al Festival Internazionale del Film di Roma, fa parte della sezione parallela Alice nella Città (già al cinema) ed è destinato ad un pubblico questa volta più selezionato del solito, quello infantile. Diversamente da altri film più riusciti, soprattutto realizzati da Disney e Pixar insieme, Planes infatti, non convince e non coinvolge il pubblico adulto.

In un mondo fatto esclusivamente di velivoli e pochi altri mezzi di trasporto, vi è Dusty, un piccolo aereo agricolo, sgangherato ma con tanta voglia di crescere che vuole diventare un aereo da competizione e affrontare la gara ad alta quota intorno al mondo. Per uno della sua categoria questo sogno rappresenta un’impresa impossibile, ma come la Disney ci ha insegnato, nulla è impossibile.

Cosi il piccolo Dusty con la sua forza di volontà, accompagnato dai suoi amici e sostenitori, si iscrive alla gara dimostrando a tutti di che pasta è fatto. Gli ultimi saranno i primi, ecco la sostanza narrativa del film.

A partire dalla pochezza narrativa, i difetti di questo film sono molteplici, soprattutto perchè la storia è praticamente la stessa di Cars, cambiano solo i protagonisti. Planes non decolla mai, gli aerei volano alto e inevitabilmente il pubblico si affeziona al protagonista, ma mai con il trasporto e l’humor ai quali ci avevano abituato i predecessori. I piccoli resteranno probabilmente affascinati dai colori vivaci, dalle acrobazie e dall’animazione del film, ma per tutti gli altri, sarà la noia a contrastare il godimento del film.

Nonostante tutto questo, Planes è già considerato negli States un film di grande successo, almeno sul lato economico, ed ecco allora che si pensa già a un sequel, Planes: Fire and Rescue, dal 18 luglio del 2014 in sala.

Planes: recensione film
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti:

Commenta il post